Noi genitori di fronte alle emozioni che provano i nostri bambini

Come genitori contemporanei siamo abbastanza informati e ormai sappiamo che è nostro compito accogliere e incoraggiare le emozioni del nostro bambino, ascoltarlo, dargli la possibilità di liberare le sue tensioni.

Sappiamo che così facendo gli permettiamo di costruire una personalità solida, una sicurezza interiore stabile in modo tale che percorra, sereno e consapevole, il proprio cammino.

Ma poi il bambino sclera dopo che abbiamo avuto una giornataccia al lavoro, esplode di felicità e parla, corre, è incontenibile il giorno che abbiamo un’emicrania da urlo. Piange disperato perché ha avuto una delusione con gli amici e non riusciamo a trovare le parole giuste per consolarlo, anzi, più parliamo più peggioriamo la situazione …

Perché non importa quante “nozioni” abbiamo appreso, spesso necessitiamo

di una guida

di esempi pratici, di trovarci all’interno di un percorso in cui un professionista ci guardi dall’esterno e ci aiuti ad aggiustare il tiro perché siamo spesso troppo coinvolti per essere oggettivi e non ci hanno fatto un corso di “abilità sociali” prima di diventare genitori. Quando il nostro bambino prova un’emozione, dobbiamo imparare ad aiutarlo a prendere coscienza di ciò che accade dentro di lui e questo non è facile per niente.

Cogliere le occasioni quando si presentano, anche perché sono modi per stare di più con i nostri bambini

Incontri per insegnare a gestire le emozioni ai bambini Firenze

In partenza il 13 di gennaio, con un Open day gratuito al quale avete l’occasione di partecipare venerdì 5 gennaio, un percorso genitore-bambino dal titolo “Emozioni in gioco” condotto presso l’Associazione Il giardino del Tempo dalla dottoressa Samanta Martellacci, psicologa e psicoterapeuta.

Scopri tutte le attività dedicate alla persona presso l’associazione Il Giardino del Tempo nel nostro editoriale dedicato: Il Giardino del Tempo, associazione a Firenze.

EMOZIONI IN GIOCO

Emozioni in gioco è il titolo del percorso; mi piace perché propone un argomento importante e serio con la leggerezza con cui si affronta un gioco, quindi accattivante per i bambini che non si sentiranno né sotto analisi né giudicati, semplicemente esprimeranno se stessi e le loro emozioni in modo naturale e spontaneo.

Il per-corso è dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni accompagnati da un genitore e, giocando sotto la regia della dottoressa Martellacci, i bambini impareranno a riconoscere le emozioni dando ad ognuna il loro nome.

La modalità del gioco come veicolo di acquisizione di competenze

Per i bambini sarà un laboratorio per giocare con storie, colori e teatro, e conoscere più da vicino le emozioni divertendosi.
Per i genitori sarà un modo per stare con le emozioni dei propri bambini, e imparare a dare una risposta congruente ed empatica ai loro bisogni. Ogni incontro verterà su un emozione.

Orari degli incontri

4 INCONTRI DAL 13 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO
SABATO ORE 10:30-12:00

1° incontro 13 gennaio Rabbia
2° Incontro 20 Febbraio Paura
3° Incontro 27 Gennaio Gioia
4° Incontro 3 Febbraio Tristezza

Il 5 gennaio OPEN DAY e anche occasione per festeggiare la Befana

Venerdì 5 gennaio dalle 16:30 alle 18:00 laboratorio: “E se la gioia avesse un suono, quale sarebbe?” “E se la rabbia avesse un colore?”
Un pomeriggio emozionante per scoprire insieme il laboratorio Emozioni in gioco e dolcetti della Befana per tutti i bambini partecipanti.

Partecipare gratuitamente all’open day vi darà la possibilità di potervi iscrivere iscrivere ad un prezzo scontato.

Per informazioni e prenotazioni contattare direttamente Samanta Martellacci: [email protected], cell. 3703234256

Contatti

Il Giardino del Tempo, Via Andrea da Pontedera 57, 59, Firenze, Italia

Tel. 366 3142241 / [email protected]

www.giardinodeltempo.it / Pagina Facebook: Il Giardino del Tempo-Firenze