Dedicato a chi ha più di un figlio, magari 3 o forse anche di più

Questo calendario dell’Avvento fai da te è pensato per chi ha più di un figlio, come nel mio caso.

Se siete contrari a spendere una marea di soldi comprando, per ogni bambino, il proprio calendario, questa è un’idea.

Ovvio che in commercio ci sono calendari dell’Avvento a pochi spiccioli: un contenitore di cartone con 24 cioccolatini di non particolare qualità. Possiamo fare di meglio, con un po’ di impegno.

E’ anche una questione di spazio …

Imponenti calendari dell’Avvento occupano spazio prezioso in casa. Lo spazio si trova se si hanno  uno o due bambini, poi diventa più complicato.

L’idea nasce dal riunire, in un solo manufatto, 4 sorprese da far trovare ai piccoli giorno dopo giorno fino a Natale, bisognerà solo decidere i turni di apertura (in bocca al lupo 😉 )

Materiali necessari per il calendario dell’avvento degli gnomi

– 24 rotoli di carta igienica, se il tempo stringe, anche un grande cartoncino bristol bianco da cui verranno ricavati 24 cilindri.
– carta velina colorata per il vestito dello gnomo
– cartoncini colorati: per il cappello, la base ed eventuali braccia con manine
– spillatrice
– colla a caldo (meglio) ma anche colla vinilica e un po’ di pazienza nell’asciugatura
– pennarelli (per disegnare il volto degli gnomi)

Materiali in più, ma non fondamentali

Per gli occhi degli gnomi io ho usato piccoli occhi da incollare presi in cartoleria (50 occhietti, 2,00 Euro), ma potete disegnarli.

Per i giorni del calendario avevo mollettine di legno Tiger già in casa. In alternativa, potete scrivere il numero sul vestito dello gnomo o riportarlo su un altro cartoncino e poi incollarlo sul corpo. Se il tempo manca, gli gnomi funzionano anche senza costruire le braccia.

Procedimento

Sono partita dal rivestire con fogli di carta velina il corpo dello gnomo per ricreare il vestito, lasciando lo spazio per il volto.

Ho fissato il vestito con un punto di spillatrice. Poi, con il cartoncino, ho creato il cappello, chiudendolo con un punto di spillatrice e fissandolo allo gnomo con colla a caldo.

Ho riempito con 4 piccoli doni (gommine, cioccolatini, pupazzetti …) ogni gnomo e l’ho chiuso con una base di cartoncino circolare dalla quale ho fatto partire, sempre in cartoncino, anche i piedini.

Ho creato le braccia ritagliando una striscia di cartoncino e spillandola sul retro dello gnomo.

Con la colla a caldo ho fissato le mani, sempre ricavate da un foglio di cartoncino rosa.

Le mollette di legno le ho fissate ad una manina ad indicare il giorno del calendario.

I nostri gnomi, in fila, saranno disposti sulla mensola del caminetto

Potete metterli dove volete, in fila su una mensola o sparsi per la sala o la camera dei bambini, basterà rispettare l’apertura giornaliera fino al 24.

Costo

Considerando che la pistola e la colla a caldo l’avevo già a casa, per i materiali ho speso circa 5,00 Euro, sorprese interne escluse.