La figura professionale è denominata CareManager,

ma a noi piace chiamarla “tutor-tata”,  in soccorso e sostegno alla famiglia in qualsiasi occasione del suo percorso di vita

Su tutto il territorio fiorentino, grazie all’iniziativa della cooperativa Nomos, è possibile avvalersi del sostegno di una figura professionale che si chiama CareManager. Si tratta di uno psicologo o assistente sociale, formato per prendere in carico la famiglia nella sua globalità, guidarla e sostenerla nei piccoli o grandissimi problemi che incontra nel corso della sua vita.

Pensate che non potrebbe esservi utile?

Allora vi racconto la mia storia

La mia è una storia familiare con un lieto fine che si è realizzato solo dopo un anno e mezzo di mancate risposte, tentativi andati a vuoto, rimbalzi da un professionista all’altro, sia nel pubblico sia nel privato.

La bambina è dislessica? Forse …

Le maestre

Alla fine della seconda elementare mi segnalano che mia figlia ha problemi (ma in casa già avevamo intuito qualcosa) e ci consigliano di fare accertamenti. La bambina potrebbe essere un DSA, ci dicono le maestre, e noi genitori rimaniamo ghiacciati al suono di una sigla che per noi, al momento, non significa niente. Ci informiamo, dunque, e cerchiamo di capire da che parte cominciare.

Lo sportello psicologico scolastico

Ecco però che nel frattempo interviene la psicologa dello sportello scolastico a suggerire, in un veloce colloquio (si sa, i genitori sono tanti …) che la bambina forse è solo eccessivamente emotiva, magari ci sono tensioni in famiglia? Forse si potrebbe risolvere con un ciclo di psicoterapia.

Il pedagogista e la Asl di competenza

E se contattassimo un pedagogista mentre tentiamo di metterci in contatto con la nostra Asl di riferimento? Ce lo suggerisce il pediatra.

Riusciamo a contattare la Asl di riferimento e, in un anno, ci dicono quello che il neurologo ci aveva detto in una seduta, proponendoci poi un ciclo di logopedia. Ma la lista di attesa è lunga, e il personale, pur bravissimo, è poco.

Forse, forse, forse …

E intanto in casa stavamo male tutti: la bambina, stanca di essere portata a destra e a manca, noi genitori, che ci sentivamo incompetenti e inconcludenti, gli altri figli, nervosi perché sentivano in casa la tensione.

Non voglio parlare delle spese affrontate poi, senza arrivare mai al punto. Ci siamo arrivati, infine, alla conclusione e abbiamo risolto, ma abbiamo pagato un prezzo alto, sia psicologico sia economico.

Cosa e chi avrebbe fatto la differenza per la nostra famiglia?

Poter parlare con un professionista che prendesse in carico la nostra famiglia a 360°,valutasse la bambina, noi genitori, il contesto familiare e ci indirizzasse SUBITO verso la figura professionale giusta.

Una persona competente che ci spiegasse come muoverci nelle strutture pubbliche, chi contattare, da dove partire senza perdere tempo con cup, centralini, interni sbagliati.

Questa figura esiste, si chiama CareManager,

e credo che adesso possiate valutare la portata dei benefici di averla al proprio fianco

Se state pensando che si tratti di un servizio per pochi privilegiati che se lo possono permettere, vi sbagliate.

Il primo colloquio orientativo è gratuito

I successivi incontri prevedono una parcella che comunque paghereste a qualsiasi professionista, anzi no, sicuramente meno. La cooperativa Nomos è fortemente orientata sul sociale e grazie alla rete che ha costruito col territorio, riesce a venire incontro alle famiglie anche dal punto di vista economico.

Che cosa può fare per la famiglia il CareManager? Può essere la vostra “bussola” di riferimento

per risolvere problemi, indirizzarvi verso corsi, attività e risorse del territorio, sostenervi nei momenti difficili, chiarire i vostri dubbi da genitori.

Un esempio banale? Quanti di noi hanno avuto problemi col sonno del proprio figlio?

Come risolvere? Lo sapete che ci sono corsi organizzati per chiarire come comportarsi, capire il perchè e mettere in atto strategie per risolvere, riuscendo finalmente a dormire? Come avviare lo svezzamento? Come risolvere i conflitti con un figlio adolescente? Come aiutare un bambino nei compiti? Quali sono i centri pubblici intorno a casa vostra dove porter trovare risorse gratuite per la famiglia?

A tutte queste domande e a tante altre, risponde il CareManager.

Piccoli grandi problemi, ma anche sostegno e guida per la famiglia che cresce

Il CareManager come guida per la famiglia

Ecco perché lo abbiamo chiamato tutot-tata, perché prende in carico la famiglia, analizza insieme ai suoi referenti i bisogni, le necessità e di esse dà una chiave di lettura a partire dalla quale si può iniziare trovare una soluzione molto più velocemente e facilmente di quanto fareste da soli, in balia di questo o quell’altro  consiglio.

Il CareManager ha una bussola in mano e orienta la crescita fisiologica e quotidiana della famiglia.

Di fronte ai piccoli grandi problemi che una famiglia si trova di fronte

Dove ci sono piccoli o grandi problemi, il care manager diventa lo specialista che, oltre a orientare, comincia a dare fin da subito risposte, con piani speciali e percorsi individualizzati.

Potremmo in questo caso considerarlo come un direttore d’orchestra: conoscendo la famiglia, è in grado di accordare i professionisti ingaggiati per la risoluzione di un problema. Spesso il professionista da solo risolve un problema, ma la sua forza viene amplificata se viene messa in rete con altre figure.

Aiutare la famiglia a orientarsi sul territorio e a interagire efficacemente con le strutture pubbliche

Il CareManager indirizza verso corsi e progetti proposti dalla cooperativa ma non solo, fa una sorta di orientamento al territorio, andando a integrare le risposte fra pubblico e privato.

Moltissime sono le risorse nel pubblico che non conosciamo e che invece potrebbero esserci di enorme utilità non solo per risolvere un problema, ma anche per migliorare la qualità della nostra vita.

In forza alla cooperativa Nomos è gia attiva una equipe di professionisti, ma grazie alla mediazione del care manager si realizzano sinergie e collaborazioni anche con professionisti esterni che vanno ad intergrarsi in un progetto globale di sostegno alla famiglia.

Per informazioni e un primo colloquio gratuito

Il sito di riferimento che potete consultare è questo: http://infanziaeadolescenzanomos.it/

Qui troverete indicazioni utili per mettervi in contatto con un CareManager, scoprirete i corsi che la cooperativa organizza costantemente per le famiglie e i bambini, i servizi offerti e c’è anche un utilissimo blog, straordinaria risorsa gratuita da consultare come genitori.

Contatti

Nomos scs Onlus

Nuova sede presso: Via A. Volta 4, 50012 – Grassina, Firenze
ORARIO: 9-13 (lun-ven) / 14-18 martedì e giovedì
Tel.: 0556510477
Fax: 055633223
Mobile: 3203847204 (anche WhatsApp)

email: [email protected]infanziaeadolescenzanomos.it

Questa è la pagina facebook dove mettere il “mi piace” per essere sempre informati su iniziative e offerte specifiche: https://www.facebook.com/nomosinfanziaeadolescenza/

Home