Visitare Firenze con la guida Exclusive Connection la nostra recensione

recensione exclusive connection firenzeVisitare Firenze con la guida Exclusive Connection la nostra recensione

Una, almeno una, attività culturale volevo rimanesse nelle esperienze dei bambini per queste vacanze di Natale e la nostra scelta è caduta su una visita guidata agli Uffizi proposta da Exclusive Connection dal titolo: Tutti i presepi degli Uffizi. Un percorso a tema, quindi, pensato dalla nostra guida Lucia Montuschi su una selezione di quadri presenti all’interno della Galleria degli Uffizi, per una visita guidata per famiglie e bambini della durata di un’ora e mezza.

Le opere scelte per il nostro percorso erano rappresentazioni della Natività e, per ogni quadro, insieme alla spiegazione e al racconto, i bambini erano coinvolti in una caccia ai dettagli da riportare su materiali cartacei appositamente preparati.

entrata“Affrontare” la Galleria degli Uffizi insieme ai bambini ed uscirne indenni senza sclerare, non è così scontato

Ci siamo uniti al gruppo di famiglie con bambini in via della Ninna, la strada adiacente all’ingresso degli Uffizi e con Lucia abbiamo regolato la questione relativa al biglietto d’ingresso (che lei aveva già fatto per noi), abbiamo ricevuto le prime istruzioni sulla nostra visita e poi ci siamo accodati a lei per entrare alla Galleria dall’ingresso riservato ai prenotati, che comunque era già ben affollata di visitatori in coda.

Io sinceramente ero un po’ disorientata e così mi sembrava fossero anche gli altri genitori con bambini: il freddo, le persone, l’attesa, il non perdere di vista i bambini, il capire come funziona l’entrata fra controlli con il metal detector e gente che spintona; grazie al cielo abbiamo dovuto solo seguire la nostra guida che ha preso in mano la situazione.

Lucia  ha compattato il gruppo, radunato i bambini di fronte a sé e li ha intrattenuti nel tempo della fila, ci ha dato istruzioni chiare e precise su come comportarci all’entrata e, mentre lei pensava ancora una volta ai bambini, gli adulti passavano i controlli all’ingresso.

Una volta varcato il primo ingresso degli Uffizi non è finita, c’è un doppio controllo dei biglietti, occorre sapere dove dirigersi e destreggiarsi fra visitatori singoli (sempre tanti) e gruppi guidati.

Se sei solo o in coppia è un conto, con i bambini al seguito, le borse, i giubbotti, il guanto che cade, “il biglietto che dove diavolo l’ho messo“, “mamma, ma quando si entra?“, “rimani vicino a me e dammi la mano sennò ti perdi“, è un’altra storia.

Il nostro percorso guidato fra le opere degli Uffizi con Exclusive Connection fra racconti, materiali ben fatti e piccole attenzioni inaspettate

Padroneggiare la situazione in un luogo come la Galleria degli Uffizi muovendosi sicuri, cortesi con gli altri, ma determinati nel proprio percorso a non farsi spintonare via, conquistando spazio vitale per i bambini davanti alle opere e permettendo loro di sedersi per terra, ascoltare le spiegazioni e consultare con calma il materiale distribuito, è frutto di talento e di professionalità ad altissimo livello.

Quando le cose di fronte a noi si svolgono fluide e senza intoppi diamo per scontato che sia naturale si svolgano con tanta facilità, ma non è così e noi genitori che seguivamo Lucia passando da un’opera all’altra, ce ne siamo resi ben conto e abbiamo avuto modo di goderci la visita ascoltando le spiegazioni dedicate ai bambini che non dimenticavano noi adulti,  riuscendo a catturare il nostro interesse grazie a osservazioni su aspetti diversi delle opere che avevamo di fronte.

visita con luciaLa visita guidata dei bambini letteralmente incollati alla personalità di Lucia

Ad ogni bambino è stato consegnato materiale a colori sul quale “giocare e lavorare” seguendo Lucia nelle spiegazioni, una penna per scrivere (e chi ci aveva pensato? Ancora grazie, Lucia!!) e, durante il percorso, anche una caramella da assaporare ascoltando le tante storie e gli anedotti relativi alle natività che Lucia aveva selezionato per noi.

Ad un certo punto, dalla sua borsa di guida, Lucia ha perfino tirato fuori le statuine del presepe e, nel gruppetto dei bambini seduti a terra, magicamente isolati dal trambusto dei visitatori che ci fluiva accanto, è riuscita a farli interagire fra loro ricostruendo le posizioni dei personaggi presenti alla natività  e facendo loro sistemare le statuine in relazione alla posizione dei personaggi nel quadro.

Tutto questo in un clima di calma, senza alzare la voce, tenendo alta l’attenzione dei bambini coinvolgendoli nella spiegazione e riprendendo in mano la situazione laddove c’era il rischio che qualcuno si avvicinasse troppo ad un’ opera o si facesse prendere dall’entusiamo nel rispondere alle domande o facendo un commento dietro stimolo di Lucia.

presepeA noi il pomeriggio è passato in un soffio, la visita gradevole e i bambini felici: il successo che si realizza a fronte di un gran lavoro di preparazione

Visitare gli Uffizi con una guida ha il suo costo che si aggiunge a quello del biglietto d’entrata, ma è pochissimo se lo pensate in relazione a tutto il lavoro che viene fatto in preparazione alla visita, ai materiali che vengono distribuiti, alla competenza messa in campo da un professionista che in quelle due ore di visita è allo stesso tempo: educatore, guida, punto di riferimento, intrattenitore e facilitatore del percorso.

Un lavoro immane e complesso quello della guida turistica, davvero non alla portata di tutti.

Exclusive Connection Firenze

Se siete in visita a Firenze o volete riscoprirla insieme ai vostri bambini, tenete d’occhio le proposte di Exclusive Connection che, oltre alla visite per famiglie, offre una grande scelta di visite adatte a diversi target di età e di competenza.

www.exclusiveconnection.it/

Pagina Facebook: Exclusive Connection

Sede: Via delle Vecchie Carceri 6, Firenze, Tel: 055-2001586

 

 

 

 

 

 

2 Comments

  1. STELLA NIERI
    12 gennaio 2017 at 11:54 Rispondi

    Avremmo dovuto esserci anche noi, solo che alla fine ci siamo ammalati. Mannaggia! Però ho già promesso di partecipare ad una delle prossime iniziative e sono certa che non rimareemo delusi. Grazie 🙂

    • Lorenza
      13 gennaio 2017 at 13:36 Rispondi

      Allora ci vediamo alla prossima!!!
      Lorenza

Leave A Comment